Pensi che l’Intensivo di Illuminazione abbia un obiettivo impossibile da raggiungere?

Leggi qua sotto e scoprirai come l'Illuminazione è un processo che anche tu puoi vivere e che ti permetterà di sperimentare la totalità del tuo essere e il tuo sogno più profondo

Capire l’Intensivo di Illuminazione

Normalmente quando si pensa all’illuminazione ci viene in mente un Buddha, un maestro illuminato come i tanti che hanno segnato l’evoluzione spirituale sul nostro pianeta. È giusto perché in quelle anime la Luce della Supercoscienza ha permeato definitivamente i corpi “inferiori” consentendo quello stato che definiamo appunto col termine di illuminazione e consapevolezza globale.

Ma salvo il caso di avatar (coscienze elevate che le religioni chiamano dei, che scelgono di incarnarsi consapevolmente per aiutare l’evoluzione dell’umanità), l’illuminazione è un processo progressivo e lo stadio raggiunto dagli illuminati è solo l’ultimo passo.

Prima di questo avvengono una serie di illuminazioni parziali che iniziano a cambiare le coscienze inferiori per preparare la strada all’ultimo gradino.

Intensivo di Illuminazione

Chiedi e ti sarà dato

Ciò che dobbiamo sapere  è che l’illuminazione è un’esperienza diretta che l’Io osservatore deve cercare, richiedere, anelare e il mezzo attraverso il quale la si raggiunge è la meditazione, la consapevolezza e l’auto-conoscenza. L’ultimo gradino richiede un impegno notevole, Gesù ha meditato nel deserto per 40 giorni, il Buddha ha meditato per circa 7 settimane prima di raggiungere l’illuminazione finale. Per le prime illuminazioni iniziali invece possono bastare anche poche ore o giorni di meditazione.

L’illuminazione avviene quando la coscienza del Sé Superiore o della Supercoscienza penetra le barriere della materia e pervade le coscienze inferiori dei Sé mentale, istintivo e fisico.

Nelle prime illuminazioni la persona dopo l’esperienza torna nella normalità, anche se può sperimentare grandi cambiamenti di coscienza. Ad esempio, può scoprire che alcune convinzioni o atteggiamenti limitanti si sono dissolti, qualcosa a livello fisico, emozionale e mentale è cambiato, migliora la consapevolezza e l’auto-conoscenza e si trova più avanti nel suo processo evolutivo.

Nello Zen questa esperienza è chiamata Kensho o Satori, da noi è comunemente chiamata Illuminazione

Leggi più sotto quali sono tutti i vantaggi che puoi ottenere durante l’esperienza dell’Intensivo di illuminazione

COME SI ARRIVA ALL’ILLUMINAZIONE

L’intensivo di illuminazione è una meditazione della durata di tre giorni. Ci si trova in un ambiente protetto e isolato dalle interferenze esterne per raggiungere e mantenere la consapevolezza del Qui e Ora e in quello stato si medita su specifiche domande. La prima e più importante è “Chi sono Io?”.

La risposta non potrà mai essere mentale, la risposta è un’esperienza unica e irripetibile. La risposta arriva con l’esperienza dell’illuminazione.

In quell’esperienza si manifesta in tutto l’essere qualcosa di non spiegabile a parole. La coscienza del Sé Superiore pervade le coscienze inferiori del Sé fisico, del Sé istintivo e del Sé mentale in una sorta di esplosione interiore che riesco a definire solo con il termine di TOTALITA’.

Nell’esperienza dell’intensivo di illuminazione si manifesta il sogno della nostra anima. Sappiamo chi siamo e qual è la nostra strada nel mondo. Un’esperienza che cambia la nostra vita per sempre.

La testimonianza di Marta

Il lavoro durante l’Intensivo non è stato subito semplice, il mio Sè mentale aveva bisogno di controllare ogni cosa, il giudizio, le aspettative e premeva per farmi rimanere ancorata alla sua razionalità. Avevo compreso bene la tecnica, avevo capito quello che dovevo fare e l’intenzione era molto forte. Anche se faticoso non avrei mollato.
Ad ogni sessione attiva in coppia “spingevo” con intenzione e ad ogni “spinta” sentivo la testa scoppiare. Mi arrivavano ora immagini di una porta serrata che sentivo andava buttata giù ora immagini di muri da abbattere. Sentivo che avrei solo dovuto lasciarmi andare ma ancora non ci riuscivo. Fino a quando non è arrivata lei, una mia nuova compagna di coppia, non ci conoscevamo ma l’ho guardata negli occhi (come dice la tecnica) e mi sono sentita subito “a casa”, come se la conoscessi da tempo. Alla seconda sessione attiva, mi sono concentrata sulla frase, sull’intento , ho “spinto” e le barriere mentali sono crollate improvvisamente, in un attimo tutto attorno a me è diventato buio, io non esistevo più ma ero li, in uno spazio infinito, sterminato che ha cominciato a contrarsi sempre più fino a diventare un puntino infinitesimale; che in un attimo è esploso ( come un big bang ho commentato successivamente). Sono scoppiata in una risata fragorosa e mi scendevano le lacrime. Non so descrivere bene le sensazioni provate nei minuti successivi a quella “esplosione”, so solo che ero li e ridevo ma ero contemporaneamente da un’altra parte. Ero Coscienza, non so usare altre parole, e avevo la facoltà di poter scegliere. Potevo scegliere se essere infinita o puntuale, l’universo intero o un sassolino minuscolo.
Poi sono “tornata”. I giorni successivi non sono stati più gli stessi nonostante non abbia più manifestato un evento simile. Il mal di testa ad ogni nuova sessione era passato. Mi sentivo più leggera e lenta, in sintonia con i ritmi naturali. Sorridevo alla Vita. Era cambiata anche l’interazione con gli altri durante le sessioni, ogni scambio di sguardi era carico di empatia, sentivo le loro emozioni come fossero mie ma non ne venivo trascinata anzi, il mio cuore si riempiva di amore e ciò che sentivo era solo la voglia di condividerlo.

I TRE OBIETTIVI DELL’INTENSIVO DI CONSAPEVOLEZZA, TRASFORMAZIONE E ILLUMINAZIONE

  1. Consapevolezza
  • Normalmente siamo governati dalle coscienze inferiori del mammifero umano, Il Sé istintivo e il Sé mentale, con le quali siamo abitualmente identificati. Raramente (gli studiosi dicono dall’1 al 5% del tempo) siamo “svegli” nella coscienza dell’Io. Durante l’Intensivo siamo quasi sempre svegli e percepiamo tutto ciò che affiora alla coscienza. È solo dalla coscienza dell’Io che si può “forare” la barriera del piano materiale e arrivare all’esperienza dell’illuminazione.
  • Con l’Intensivo ci si abitua a vivere nella consapevolezza e questo produce un miglioramento che si ripercuote in tutte le attività del nostro quotidiano

2. Trasformazione

  • Le meditazioni si svolgono a coppie. Alternativamente le persone assumono un ruolo attivo, mentre meditano sulla domanda obiettivo, e passivo, di accoglienza e ascolto. Nella fase attiva emergono tutti gli ostacoli che mettono in atto il Sé istintivo e il Sé mentale per impedire il risveglio della coscienza. Quegli ostacoli non sono altro che tutte le credenze limitanti, gli atteggiamenti, i pregiudizi, le reazioni inconsce che vogliamo appunto cambiare per il nostro benessere.
  • Il fatto di esplicitarli al partner durante la meditazione significa spesso liberarsene o, in ogni caso, rappresenta un passo fondamentale nel processo di consapevolezza e “guarigione” che portiamo avanti nel percorso IWAY.

3. Illuminazione

  • L’esperienza dell’illuminazione iniziale è l’obiettivo conclusivo dell’Intensivo. È la risposta che arriva dal Sé Superiore alla domanda su cui si è scelto di indagare. Quando arriva l’esperienza tutte le coscienze inferiori ne sono pervase e la nostra vita cambia radicalmente. Da quel momento potremo solo andare avanti verso un nuovo livello di consapevolezza, verso la realizzazione del sogno dell’Anima.

L’ambiente è fondamentale

L’Intensivo di Consapevolezza, Auto-Conoscenza e Illuminazione si svolge in un ambiente protetto e in modalità residenziale per evitare qualsiasi elemento che possa distrarre dalla focalizzazione sull’oggetto della meditazione.

Ci si trova tutti insieme prima di cena, un’occasione per conoscerci e condividere. Dopo cena viene spiegato in dettaglio il programma dell’Intensivo, quali sono gli obiettivi, quali le modalità, le situazioni che si possono incontrare e le regole per raggiungere il massimo degli obiettivi.

Il programma

Il processo inizierà il mattino successivo e ciascuno sarà focalizzato sul proprio oggetto di meditazione, il cui primo passo è la domanda: “Chi sono io?”

Tutta la giornata sarà scandita da meditazioni in coppia della durata di 40 minuti, alternate da momenti di riposo, ginnastica, passeggiate nella natura, lavoro. Ma anche durante questi momenti l’attenzione dovrà essere sempre vigile e rivolta a tutto ciò che emergerà alla coscienza.

I pasti saranno leggeri e anche nelle pause dedicate a una bevanda calda o a uno spuntino è importante rimanere assolutamente focalizzati sul proprio sentire interiore.

Meditazione in coppia

I momenti più importanti però sono quelli della meditazione con un partner, nei quali è bellissimo imparare a percepire le varie “parti” che comunicano dentro di noi. È molto facile che emergano messaggi dal Sé fisico, ma quelli più importanti provengono dal Sé istintivo e dal Sé mentale. Da questi ultimi emergeranno le resistenze, le paure, le critiche, i giudizi, le “scuse” per non cedere il controllo. Comunicare i contenuti è un primo modo per lasciarli andare e affinare così la spinta verso la penetrazione della coscienza.

È in quei momenti che l’Io deve tenere alta la consapevolezza,  l’attenzione e la concentrazione sull’obiettivo e quando le coscienze inferiori cominceranno a cedere si potrà arrivare al vuoto mentale e aprire la porta al Sé Superiore. Quando l’Illuminazione accade, tutto l’essere viene toccato e si avvia una trasformazione da cui non si tornerà più indietro.

Il momento dell’Illuminazione è qualcosa di indimenticabile che coinvolge ogni cellula del nostro essere, ma è nei giorni e nelle settimane successive che si potrà osservare il cambiamento nel nostro stato personale e soprattutto nelle relazioni con gli altri.

La quota di partecipazione, comprensiva di vitto e alloggio, è pari a:

360 euro

L’iscrizione è confermata con il versamento di un anticipo di 100 euro. Il saldo verrà effettuato il giorno del corso

Dato il carattere dell’esperienza, la partecipazione è ristretta a un numero limitato di iscritti

Pagamento SICURO con PayPal o Bonifico Bancario

Dove puoi vivere l’esperienza dell’illuminazione:

  • 6-9 Dicembre, 2018 – Il Borgo Zen – Taleggio – (BERGAMO)

Orario:

  • inizio Giovedì alle 19,00
    termine Domenica alle 19,00

Per partecipare all’Intensivo non è richiesta alcuna conoscenza o esperienza particolare. Non è neppure richiesto l’aver partecipato ad altri corsi del metodo IWAY.

L’Intensivo è però molto impegnativo per cui non possono partecipare persone affette da patologie cardiache, disturbi mentali o persone che assumo psicofarmaci

Pagamento SICURO con PayPal o Bonifico Bancario